Ana səhifə

Scuola d’infanzia statale Sezione c g. Rossa A. s. 2014-15


Yüklə 38.94 Kb.
tarix10.06.2016
ölçüsü38.94 Kb.

Scuola d’infanzia statale Sezione C – G. Rossa

A.s. 2014-15


Documentazione fotografica dei percorsi dell’area linguistica


I programmi ministeriali per la scuola d’infanzia indicano un campo di esperienza –

I discorsi e le parole: comunicazione, lingua, cultura con le seguenti finalità:

1) i bambini sviluppano la padronanza della lingua italiana ed arricchiscono il proprio lessico.

2)sviluppano fiducia e motivazione nel comunicare con gli altri, raccontano, inventano, comprendono storie e narrazioni.

3) Confrontano lingue diverse, apprezzano il linguaggio poetico.

4) Formulano le prime ipotesi di simbolismo e di lingua scritta (utilizzando anche le nuove tecnologie).

La scuola ogni anno programma percorsi e progetti per sviluppare tutte le attività del linguaggio verbale e dell’apprendimento della lingua italiana.

In questo anno scolastico nella programmazione iniziale comune alle tre sezioni di scuola d’infanzia sono stati definiti due percorsi specifici : “raccontare ed ascoltare” e “amico libro”



programmazione iniziale del percorso : raccontare e ascoltare

Motivazioni e contenuti


Nella scuola dell’infanzia narrare è un mezzo per avvicinare il bambino, per sentire insieme, per incoraggiare, per conoscere sé e gli altri.

La storia da raccontare o da leggere crea atmosfere fantastiche per trasmettere emozioni, vicinanza, affetto e condivisione di paure, diventando un importante supporto della vita scolastica.

Obiettivi:

-educare all’ascolto

-approfondire alcuni aspetti delle storie narrate

-usare linguaggi espressivi vari: iconico, musicale drammatico

-esercitare e sviluppare il linguaggio verbale

-sviluppare la fantasia e l’immaginazione

   -imparare a lavorare in gruppo e autonomamente

   -riordinare sequenze logico-temporali

-formulare ipotesi

-inventare storie

-identificarsi nei personaggi per superare le difficoltà

    -essere in grado di utilizzare il linguaggio verbale in tutte le sue forme e funzioni

   - acquisire fiducia nelle proprie capacità comunicative espressive

- impegnarsi a manifestare le proprie idee                                                                    



Campo di esperienza/


I discorsi e le parole

Il sé e l’altro



Attività didattiche

-letture di libri: fiabe, storie, racconti, poesie, filastrocche

- organizzazione di recite, rappresentazioni, drammatizzazioni        

-utilizzo di immagini fisse (fotografie, diapositive, etc.) edi immagini in movimento (filmati, etc.)

- “Un anno di storie” (inf. villaggio INA): letture a tema con la partecipazione di un’operatrice della biblioteca Bassani all’interno del progetto “Tra carte e libri”



Livello scolastico

Sezione/intersezione/plesso /territorio.

Tempi /spazi

Spazi della scuola; uscite; percorso annuale.

Metodologia,

mezzi,risorse



-utilizzo di storie e racconti per fornire un collegamento narrativo tra i saper e le nostre emozioni (sfondo integratore);

-animazione di un personaggio guida, tratto dal primo racconto a tema, per stabilire continuità tra le varie parti del percorso educativo (infanzia Villaggio INA).



Date

Altro



-2/ 3 incontri a scuola con l’operatrice della biblioteca Bassani;

-laboratori di lettura con i genitori



Consuntivo percorsi realizzati:


documentazione sito istituto

Programmazione iniziale percorso “amico libro”

Motivazioni e contenuti:

Nella scuola dell’infanzia “l’esperienza della lettura, offerta da un adulto significativo, è un modo per stimolare e sostenere il piacere dell’approccio al libro tramite il piacere della narrazione; stare insieme per conoscere un libro è un modo di relazionarsi profondo e intenso”.

Aiutare i bambini prima all’ascolto poi a leggere i libri sviluppa la fantasia, l’immaginazione, favorisce l’attenzione, aiuta a mettere in gioco la vita interiore, le emozioni, inoltre fa acquisire nuovi vocaboli, memorizzare, percepire gli eventi nel tempo e nello spazio.

Obiettivi

-acquisire le regole di un corretto uso del libro

-acquisire motivazioni alla lettura

-conoscere e saper usare una biblioteca

-ascoltare e comprendere narrazioni

-raccontare e inventare storie



Attività educative e didattiche

- Attività di promozione della lettura, realizzate anche con la collaborazione dei genitori

- Laboratori di lettura in collaborazione con la Biblioteca Bassani.- lettura e successivi esercizi per consolidamento dell’attenzione, della comprensione, della rielaborazione

- attività per l’arricchimento linguistico

- lettura di immagini : stimolare il confronto, i commenti, le emozioni suscitate

- attività collettive ludiformi per l’esplorazione attraverso linguaggi non verbali delle storie narrate

-osservazione guidata delle varie forme di scrittura;

- attività di prelettura attraverso il riconoscimento di lettere e parole dell’alfabeto italiano

- sviluppo delle storie narrate; attività di rielaborazione aiutando i bambini a ricordare i significati, personaggi, contenuti; a sviluppare un atteggiamento attivo e consapevole rispetto ai messaggi più o meno espliciti contenuti nelle narrazioni; a formulare ipotesi ;


Metodologia:

-allestimento di uno spazio lettura facilmente fruibile dai bambini;

- insegnamento delle regole per una corretta fruizione dei libri e del loro riordino

- creazione di momenti all’interno della giornata per le attività libere di fruizione dei libri

- utilizzo dei libri e della lettura come strumento di narrazione, di ricerca, di esplorazione

- coinvolgimento della famiglia per la narrazione di storie a scuola

- fotocopiatura di una pagine del libro che potrà essere decorata dai bambini e inserita in un fascicolo “ il libro dei libri” consegnato alle famiglie


con piacere abbiamo incontrato questi primi libri:








e li abbiamo letti e riletti tante volte e c’era sempre qualcosa di nuovo da scoprire e da conoscere!


per esplorare le nostre emozioni








Poi abbiamo letto i libri di Natale: tra i tanti quelli che ci sono piaciuti di più sono :

la storia del guantino rosso

e questa bellissima di Paolino





E sono venuti anche i genitori a leggerci i libri

Questa storia è venuta a raccontarcela il papà di un nostro amico

che ci ha portato anche la chitarra e l’ocarina









E queste sono due bellissime storie di amicizia e di generosità

che ci sono piaciute moltissimo e le abbiamo lette diverse volte








Anche una mamma ci ha portato due bellissime storie e









e poi abbiamo fatto le corone e le bacchette magiche come nel libro







A dicembre è venuta Lorella, la nostra amica che ci porta i libri

della biblioteca Bassani

a leggerci le storie e ci ha lasciato anche tanti libri

da guardare e leggere insieme a scuola











Lorella è tornata da noi in aprile ,con un carrellino pieno di tanti nuovi libri appena arrivati alla Biblioteca. Abbiamo ascoltato due storie e poi tutti gli altri li abbiamo guardati insieme e ce li siamo scambiati.

Lorella poi ce ne ha lasciato alcuni da guardare con calma.

Ci ha anche insegnato bene bene come si sfogliano le pagine perché i libri sono molto delicati. Ci ha spiegato cos’è la biblioteca e come si devono usare i libri prestati.

Lorella conosceva già molti dei bambini : è bello sapere che tante famiglie portano i bambini in biblioteca e li avvicinano ai libri e alla lettura.













Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©kagiz.org 2016
rəhbərliyinə müraciət