Ana səhifə

Legge provinciale n. 6 Del 12-05-2010 regione bolzano (Prov.) Legge di tutela della natura e altre disposizioni BOLLETTINO UFFICIALE DELLA regione bolzano (Prov.) N. 21 del 25 maggio 2010


Yüklə 201.18 Kb.
səhifə3/3
tarix15.06.2016
ölçüsü201.18 Kb.
1   2   3

10) Butomo, Giunco fiorito (Butomus umbellatus),

11) Campanula di Moretti (Campanula morettiana)*,

12) Campanula gialla (Campanula thyrsoides),

13) Carice ravvicinata (Carex appropinquata),

14) Carice capitata (Carex capitata),

15) Carice a lunghi stoloni (Carex chordorrhiza),

16) Carice distica (Carex disticha),

17) Carice delle torbiere (Carex heleonastes),

18) Carice giunchifoglia (Carex marittima),

19) Carice punteggiata (Carex puntata),

20) Carice a foglie sottili (Carex stenophylla),

21) Carice guainata (Carex vaginata),

22) Centauro (Centaurium spp.): tutte le specie autoctone nel territorio

della provincia di Bolzano,

23) Centranto a foglie strette (Centranthus angustifolius),

24) Erba-vajola (Cerinthe spp.): tutte le specie autoctone nel territorio

della provincia di Bolzano,

25) Cicuta acquatica (Cicuta virosa),

26) Crisopogone grillo, Barba dorata (Chrysopogon gryllus),

27) Ciclamino delle Alpi (Cyclamen purpurascens),

28) Dafne (Daphne spp.): tutte le specie autoctone nel territorio della

provincia di Bolzano,

29) Garofano (Dianthus spp.): tutte le specie autoctone nel territorio

della provincia di Bolzano,

30) Dittamo, Limonella (Dictamnus albus),

31) Dracocefalo (Dracocephalum spp.): tutte le specie autoctone nel

territorio della provincia di Bolzano*,

32) Drosera (Drosera spp.): tutte le specie autoctone nel territorio della

provincia di Bolzano,

33) Efedra elvetica (Ephedra helvetica),

34) Erioforo gracile (Eriophorum gracile),

35) Eritrichio nano (Eritrichium nanum),

36) Cipollaccio (Gagea spp.): tutte le specie autoctone nel territorio

della provincia di Bolzano,

37) Genziana e genzianella (Gentiana spp., Gentianella spp., Gentianopsis

ciliata, Comastoma spp.): tutte le specie autoctone nel territorio della

provincia di Bolzano,

38) Graziella (Gratiola officinalis),

39) Sedano d’acqua (Heliosciadium nodiflorum),

40) Erba sacra odorosa (Hierochloe odorata),

41) Agrifoglio europeo (Ilex aquifolium),

42) Enula laurentiana (Inula britannica),

43) Giaggiolo acquatico (Iris pseudacorus),

44) Giaggiolo siberiano (Iris sibirica),

45) Stella alpina (Leontopodium alpinum),

46) Campanellino di primavera (Leucojum vernum),

47) Giglio rosso (Lilium bulbiferum),

48) Giglio martagone (Lilium martagon),

49) Ginestrino glabro (Lotus tenuis),

50) Miricaria alpina, Tamerice alpina (Myricaria germanica),

51) Ninfea gialla (Nuphar luteum),

52) Ninfea bianca (Nymphaea alba),

53) Onosma elvetica di Trento (Onosma helveticum subsp. tridentinum),

54) Orchidee (Orchidaceae): tutte le specie autoctone nel territorio della

provincia di Bolzano*,

55) Orlaia a fiori grandi (Orlaya grandiflora),

56) Succiamele (Orobanche spp., Phelipanche spp.): tutte le specie

autoctone nel territorio della provincia di Bolzano,

57) Paradisia, Giglio di monte (Paradisea liliastrum),

58) Pedicolare di Hacquet (Pedicularis hacquetii),

59) Raponzolo chiomoso (Physoplexis comosa)*,

60) Primula (Primula spp.): tutte le specie autoctone nel territorio della

provincia di Bolzano, inclusa la Cortusa di Mattioli (Primula (=Corthusa)

matthioli), ad eccezione di Primula maggiore (Primula elatior) e Primula

odorata (Primula veris),

61) Prunella laciniata (Prunella laciniata),

62) Pulsatilla (Pulsatilla spp.): tutte le specie autoctone nel territorio

della provincia di Bolzano,

63) Ranuncolo delle canne (Ranunculus lingua),

64) Rapontico membranoso (Rhaponticum scariosum),

65) Rincospora (Rhynchospora spp.): tutte le specie autoctone nel

territorio della provincia di Bolzano,

66) Sassifraga (Saxifraga spp.): tutte le specie autoctone nel territorio

della provincia di Bolzano*,

67) Scheuchzeria (Scheuchzeria palustris),

68) Coltellaccio (Sparganium spp.): tutte le specie autoctone nel

territorio della provincia di Bolzano,

69) Genzianella stellata (Swertia perennis),

70) Telefio d’Imperato (Telephium imperati),

71) Tozzia (Tozzia alpina),

72) Tricoforo minore (Trichophorum pumilum)

73) Trifoglio dei greti (Trifolium saxatile)*,

74) Tifa (Typha spp.): tutte le specie autoctone nel territorio della

provincia di Bolzano,

75) Mirtillo palustre (Vaccinium oxycoccos agg.),

76) Veronica maggiore (Veronica teucrium).
b) Felci (Pteridophyta)

1) Capelvenere (Adiantum capillus-veneris),

2) Botrichio (Botrychium spp.): tutte le specie autoctone nel territorio

della provincia di Bolzano.

3) Ofioglosso comune (Ophioglossum vulgatum),

4) Woodsia pelosa (Woodsia ilvensis).


c) Muschi (Bryophyta)

1) Buxbaumia viridis (Buxbaumia viridis)*,

2) Drepanocladus vernicosus (Drepanocladus vernicosus)*,

3) Mannia triandra (Mannia triandra)*,

4) Meesia longiseta (Meesia longiseta)*.

ALLEGATO 3


Allegato C Elenco delle specie vegetali a diffusione spontanea parzialmenteprotette, che possono essere raccolte per uso proprio, ai sensi dell’articolo8, comma 5


1) Millefoglio comune (Achillea millefolium): pianta tranne le radici,

2) Ventaglina (Alchemilla spp.): pianta tranne le radici,

3) Uva orsina (Arctostaphylos uva-ursi): foglie,

4) Betulla verrucosa: (Betula pendula): foglie,

5) Luppolo comune (Humulus lupulus): germogli,

6) Iperico perforato, Erba di San Giovanni comune (Hypericum perforatum):

pianta tranne le radici,

7) Lamio bianco (Lamium album),

8) Lampone (Rubus idaeus): foglie,

9) Sambuco nero (Sambucus nigra): fiori,

10) Silene rigonfia (Silene vulgaris),

11) Tarassaco comune (Taraxacum officinale): pianta intera con rosetta di

foglie,

12) Tiglio (Tilia spp.): fiori,



13) Tussilagine (Tussilago farfara): fiori e foglie,

14) Ortica dioica (Urtica dioica): pianta tranne le radici,

15) Valerianella comune (Valerianella locusta): rosetta di foglie.

ALLEGATO 4


Allegato D Siti di importanza comunitaria di cui alla direttiva 92/43/CEEdel Consiglio del 21 maggio 1992, ai sensi dell’articolo 20


- Biotopo Vegetazione steppica Tartscher Leiten (Cod. IT3110001);

- Biotopo Ontaneto di Sluderno (Cod. IT3110002);

- Biotopo Ontaneto di Cengles (Cod. IT3110004);

- Biotopo Ontaneto di Oris (Cod. IT3110005);

- Biotopo Vegetazione steppica Sonnenberg (Cod. IT3110010);

- Val di Fosse nel Parco Naturale Gruppo di Tessa (Cod. IT3110011);

- Lacines - Catena del Monteneve nel Parco Naturale Gruppo di Tessa

(Cod. IT3110012);

- Biotopo Delta del Valsura (Cod. IT3110013);

- Biotopo Gisser Auen (Cod. IT3110014);

- Biotopo Hühnerspiel (Cod. IT3110015);

- Biotopo Wiesermoos (Cod. IT3110016);

- Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina (Cod. IT3110017);

- Biotopo Ontaneti dell’Aurino (Cod. IT3110018);

- Biotopo Rasner Möser (Cod. IT3110019);

- Biotopo Monte Covolo - Alpe di Nemes (Cod. IT3110020);

- Biotopo Ontaneto della Rienza – Dobbiaco (Cod. IT3110022);

- Valle di Funes – Sas de Putia – Rasciesa nel Parco Naturale di Puez-

Odle (Cod. IT3110026);

- Gardena - Valle Lunga - Puez nel Parco Naturale di Puez-Odle (Cod.

IT3110027);

- Parco Naturale Sciliar-Catinaccio (Cod. IT3110029);

- Biotopo Torbiera Totes Moos (Cod. IT3110030);

- Biotopo Torbiera Wölfl (Cod. IT3110031);

- Biotopo Torbiera Tschingger (Cod. IT3110032);

- Biotopo Buche di ghiaccio (Cod. IT3110033);

- Biotopo Lago di Caldaro (Cod. IT3110034);

- Biotopo Castelfeder (Cod. IT3110035);

- Parco Naturale Monte Corno (Cod. IT3110036);

- Biotopo Lago di Favogna (Cod. IT3110037);

- Ultimo - Solda nel Parco Nazionale dello Stelvio (Cod. IT3110038);

- Ortles - Monte Madaccio nel Parco Nazionale dello Stelvio (Cod.

IT3110039);

- Alpe di Cavallaccio nel Parco Nazionale dello Stelvio (Cod. IT3110040);

- Jaggl sul Passo Resia (Cod. IT3110041);

- Prati aridi rocciosi di Agumes (Cod. IT3110042);

- Prati aridi rocciosi di Sant’Ottilia (Cod. IT3110043);

- Vegetazione steppica Schlanderser Leiten (Cod. IT3110044);

- Vegetazione steppica Kortscher Leiten (Cod. IT 3110045);

- Biotopo Palude della Volpe (Cod. IT3110046);

- Prati dell’Armentara (Cod. IT3110048);

- Parco Naturale Fanes-Senes-Braies (Cod. IT3110049);

- Parco Naturale Dolomiti di Sesto (Cod. IT3110050);

- Biotopo Ahrau di Stegona (Cod. IT3110051).

ALLEGATO 5

Allegato E Zone di protezione speciale per gli uccelli di cui alla direttiva2009/147/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 novembre 2009,ai sensi dell’articolo 20


- Biotopo Ontaneto di Sluderno (Cod. IT3110002);

- Biotopo Vegetazione steppica Sonnenberg (Cod. IT3110010);

- Val di Fosse nel Parco Naturale Gruppo di Tessa (Cod. IT3110011);

- Lacines – Catena del Monteneve nel Parco Naturale Gruppo di Tessa

(Cod. IT3110012);

- Biotopo Delta del Valsura (Cod. IT3110013);

- Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina (Cod. IT3110017);

- Biotopo Ontaneti dell’Aurino (Cod. IT3110018);

- Valle di Funes – Sas de Putia –Rasciesa nel Parco Naturale Puez Odle

(Cod. IT3110026);

- Parco Naturale Sciliar-Catinaccio (Cod. IT3110029);

- Biotopo Lago di Caldaro (Cod. IT3110034);

- Parco Naturale Monte Corno (Cod. IT3110036);

- Ultimo – Solda nel Parco Nazionale dello Stelvio (Cod. IT3110038);

- Ortles – Monte Madaccio nel Parco Nazionale dello Stelvio (Cod.

IT3110039);

- Alpe di Cavallaccio nel Parco Nazionale dello Stelvio (Cod. IT3110040);

- Parco Naturale Fanes-Senes-Braies (Cod. IT3110049);

- Parco Naturale Dolomiti di Sesto (Cod. IT3110050);

- Biotopo Ahrau di Stegona (Cod. IT3110051).

ALLEGATO 6

Allegato F Documentazione da presentare ai fini della valutazione d’incidenzaai sensi dell’articolo 22


1) Piani:

a) localizzazione dei siti interessati e descrizione del loro stato di

protezione in riferimento a Rete natura 2000;
b) descrizione delle caratteristiche e contenuti del Piano che può

influire sul regime di salvaguardia dei siti Natura 2000;


c) individuazione di eventuali punti di conflitto e relative conseguenze

tra i contenuti/obiettivi del Piano e le finalità di conservazione di Rete

natura 2000;
d) individuazione delle azioni volte alla soluzione di eventuali

conflitti (eventuali misure di compensazione) e, in ogni caso, tese alla

salvaguardia e alla valorizzazione degli habitat e delle specie contenute nei

siti.
2) Progetti:

a) descrizione sintetica delle caratteristiche tecniche e fisiche del

progetto;


b) descrizione delle attività connesse alla realizzazione del progetto

(fase di cantiere, depositi materiali, etc);


c) motivazioni che rendono necessaria la realizzazione del progetto

(indicazione di possibili alternative);


d) indicazione del sito Natura 2000 o della zona in posizione limitrofa

rispetto all’area vincolata interessata dall’intervento;


e) indicazione degli habitat e specie floristiche, faunistiche (alla base

dell’individuazione del sito) interessate dall’intervento;


f) in caso di non interferenza: scheda sintetica che certifichi la non

interferenza con habitat e specie per cui è stato designato il sito;


g) in caso di interferenza: descrizione delle misure progettuali e dei

provvedimenti che si intendono adottare per contenere l’impatto sull’ambiente

naturale sia in fase di realizzazione che in fase di esercizio; descrizione

degli interventi tesi a riequilibrare eventuali scompensi (misure di



mitigazione).
1   2   3


Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©kagiz.org 2016
rəhbərliyinə müraciət