Ana səhifə

La nostra iniziativa nasce da un’ansia di coinvolgimento e di partecipazione alla vita delle Istituzioni nelle quali abbiamo scelto di servire il Paese ed ai processi democratici di loro evoluzione e trasformazione


Yüklə 8.69 Kb.
tarix12.06.2016
ölçüsü8.69 Kb.
APPELLO
Sono Carlo GERMI, segretario generale di “FICIESSE”, Associazione “FINANZIERI, CITTADINI e SOLIDARIETA’” rivolgo questo appello a tutti coloro che ci seguono quotidianamente e che intendono condividere gli scopi che l’Associazione da anni persegue per il raggiungimento degli obiettivi che si è data sin dalla sua nascita: maggio del 1999.

La nostra iniziativa nasce da un’ansia di coinvolgimento e di partecipazione alla vita delle Istituzioni nelle quali abbiamo scelto di servire il Paese ed ai processi democratici di loro evoluzione e trasformazione.

Si tratta, in definitiva, del desiderio di fornire esperienze maturate per migliorare il sistema vigente a tutto vantaggio del cittadino.

La strada che abbiamo percorso in questi anni è stata spesso ostacolata da chi non ha creduto nella bontà delle nostre azioni, pur tuttavia il tempo è stato per noi galantuomo.

Gli avvenimenti degli ultimi tempi, più che mai, hanno reso evidente come il riconoscimento delle libertà sindacali ai cittadini militari, pur se innestate in un moderno sistema di rappresentanza, interpreti un rilevante interesse pubblico non più procrastinabile se si vuole reggere il passo con i Paesi a democrazia parlamentare più evoluti.

Abbiamo cercato di far capire come il nostro apporto di proposte e di idee intenda favorire un moderno concetto di sicurezza, in esso comprendendo anche la sicurezza economica, senza il quale non esiste società politica, cercando sempre il difficile equilibrio con il rispetto delle libertà individuali, il cui raggiungimento garantisce la vera democrazia.

La crescita dell’ Associazione, in termini di associati, in questi anni ha subito fasi altalenanti che per fortuna nulla hanno influito sul suo funzionamento nelle fasi di ideazione, partecipazione e perseguimento di obiettivi preposti. Il dato che intendo sottolineare è che mentre, in un fase iniziale l’ Ordinamento Militare ha inteso governare il rapporto con le Associazioni con le logiche di gerarchia, di disciplina e di militarismo, oggi, soprattutto con riferimento alla Guardia di Finanza, gli atteggiamenti sembrano mutati, improntati ad un reciproco rispetto e non più a diffidenza.

Gli avvenimenti degli ultimi tempi dimostrano come l’azione congiunta delle Associazioni e degli Organismi di Rappresentanza Militare possa ben interpretare le idee e le proposte degli associati e dei rappresentati e soprattutto riesca a produrre quella “pressione” necessaria per far intendere le ragioni di un mondo che sino ad oggi ha dovuto, suo malgrado, delegare ad altri la tutela dei propri interessi. Mi riferisco, in particolare alle azioni svolte in occasione dei lavori Parlamentari volti alla approvazione della riforma dei Codici Militari e della riforma del sistema di Rappresentanza Militare.

Queste esperienze devono costituire un insegnamento: uniti si vince.

Le organizzazioni sindacali, i Cocer dei comparti Sicurezza e Difesa e le Associazioni unite in un unico fronte di rappresentanza possono conseguire quegli obiettivi comuni che sino ad oggi non sono stati raggiunti: un “vero” riordino delle carriere, il rinnovo dei contratti scaduti, il riconoscimento delle indennità per servizi gravosi svolti, un sistema di rappresentanza che sia in grado di tutelare il personale.

Occorre tuttavia ricordare che in democrazia il concetto di rappresentanza si associa normalmente ai concetti di minoranza e di maggioranza: in altre parole, ai numeri.

Le Associazioni “pesano” a seconda del numero degli associati che annoverano.



Chiedo pertanto a tutti coloro che ci seguono, a coloro che condividono le nostre idee, le nostre proposte ed i nostri obiettivi di partecipare attivamente diventando soci o sostenitori di “FICIESSE”.

Per coloro che ancora avessero delle perplessità circa la piena legittimità della nostra Associazione allego la sentenza del TAR Lazio, Sezione I bis del 15 luglio 2004 che testualmente recita: Essa (ci si riferisce ad AMID, che è nata dopo FICIESSE) infatti risulta già essere costituita; e quindi non necessitante dell’assenso preventivo disciplinato dalla Circolare avversata, la quale non assume (come del tutto evidente) valenza retroattiva, sì da imporre, anche per le Associazioni già esistenti, un assenso che invece riguarda esclusivamente le formazioni associative la cui costituzione è successiva all’adozione delle disposizioni da essa introdotte.

Invito, pertanto, coloro che intendano sostenerci ad aderire all’ Associazione, la quota, del tutto simbolica, anche per quest’anno è rimasta invariata a 10 € e consente di usufruire di tutti i servizi dell’ Associazione nonché di ricevere al proprio domicilio la Rivista “FINANZIERI e CITTADINI”.
L’iscrizione si effettua scaricando il modulo dal sito www.ficiesse.it, homepage, tendina “modulistica”, nuovo socio. Il modulo debitamente riempito deve essere inviato alla sede dell’Associazione “Ficiesse via Goito n. 39, 00185 ROMA”.

Il versamento potrà essere effettuato:

  1. in banca cab 21801 abi 1005 c/c 21801

  2. in posta ccpostale n. 49778905 intestato a“Finanzieri, Cittadini e Solidarietà”


Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©kagiz.org 2016
rəhbərliyinə müraciət