Ana səhifə

G. A. L. Kroton


Yüklə 212.99 Kb.
səhifə1/4
tarix22.06.2016
ölçüsü212.99 Kb.
  1   2   3   4

G.A.L. KROTON












Unione Europea

MiPaf

Regione Calabria

Gal Kroton

LEADER+





P.I.C. LEADER+ REGIONE CALABRIA



PIANO LEADER+ REGIONE CALABRIA



G.A.L. KROTON Soc. Cons. a r.l.





(P.L.S.) PIANO DI SVILUPPO LOCALE – “HERA – ORA”



Sezione 1 - Strategie Territoriali di Sviluppo Rurale di carattere Integrato e Pilota

Misura 1.2. - Innovazione e qualificazione del Sistema Produttivo Locale


Azione 1.2.1. - Potenziamento e Sviluppo della Competitività delle Imprese




Intervento 1.2.1.1. – Investimenti nelle imprese agricole e di trasformazione.












INVESTIMENTI NELLE MICROFILIERE AGRICOLE ED IMPRESE DI TRASFORMAZIONE A SERVIZIO DEL SETTORE STORICO CULTURALE.



INDICE



MODELLO A 17

FA ISTANZA 18

Dichiara: 18



Il sottoscritto dichiara inoltre 19

MODELLO B 19

MODELLO C 20

MODELLO D 22

MODELLO E 23

MODELLO F 24

BANDO PUBBLICO

Il G.A.L. (Gruppo di Azione Locale) Kroton Soc. Cons. a r.l., avente sede legale in Melissa – Torre di Guardia aragonese S.S. 106, di seguito denominato “GAL”, in qualità di soggetto responsabile dell’attuazione del PSL (Piano di Sviluppo Locale) “Hera-Ora”, approvato dal GAL in virtù di deliberazione di C.d.A. nella seduta del 10/01/2003, quindi approvato ed ammesso a finanziamento in forza del decreto n. 8509 del 19 giugno 2003 del Dirigente del Servizio del Dip. N. 9 Agricoltura – Foreste - Caccia e Pesca - Leader +, PLR Regione Calabria – Approvazione graduatoria finale Sezione 1 «Strategie territoriali di sviluppo rurale a carattere integrato e pilota» che ammette al finanziamento di cui all’iniziativa Leader Plus il Piano di Sviluppo Locale (PLS) presentato dal Gruppo di Azione Locale (GAL) Kroton, nell’ambito dell’iniziativa Comunitaria Leader + di cui ai Regolamenti CE n. 1260/99 e n. 1685/00, alla Comunicazione comunitaria n. 2000/C 139/5, nonché la deliberazione di Giunta Regionale n. 856 del 24/ 9/02 di presa d’atto dell’approvazione, da parte dell’UE, del PLR Calabria e di pubblicazione dello stesso e del relativo Complemento di Programmazione, a mezzo del presente bando intende individuare e selezionare i soggetti beneficiari di azioni coerenti con il PLS “Hera-Ora” e, in particolare, con gli obiettivi dell’Intervento 1.2.1.1. “Investimenti nelle imprese agricole e di trasformazione” così come meglio descritti al successivo punto. 5

  1. INFORMAZIONI GENERALI SULLA MISURA

L’intervento di cui al presente bando risponde all’obiettivo generale della misura, perseguendo la finalità di migliorare la competitività ed il potenziamento delle aziende agricole, di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli tipici locali dell’area1 Leader+, in una logica di filiera produttiva tipica dell’area.


L’intervento sostiene infatti investimenti destinati al potenziamento della funzionalità delle strutture ed allo sviluppo della competitività attraverso il miglioramento delle caratteristiche strutturali e qualitative delle aziende, delle condizioni di trasformazione e commercializzazione dei prodotti, con particolare riferimento alla qualità e alle modalità di porli sul mercato.
Nel contempo l’intervento mira a favorire la cooperazione tra le imprese in un contesto di marchio d’area, (che sarà attivato con l’intervento 1.3.7.3 ”Creazione di un marchio identificativo dell’area”) ed al quale i destinatari del presente intervento obbligatoriamente aderiranno. L’adesione al marchio d’area è finalizzata sia a rendere più competitive le imprese sul mercato globale che a valorizzare e divulgare le caratteristiche storico-culturali del territorio.
L’intervento risponde pertanto all’obiettivo generale della misura 1.2 attraverso aiuti alle imprese, in una logica di sistema volto a realizzare la cooperazione tra le imprese, il potenziamento delle filiere produttive e l’integrazione tra le risorse storico culturali e il sistema produttivo.
L’intervento risponde, pertanto, ai seguenti obiettivi specifici previsti dalla misura 1.2.:

  • favorire lo sviluppo, l’aumento di competitività e di produttività, di iniziative imprenditoriali nei settori delle produzioni tipiche, artigianato locale, turismo rurale;

  • sostenere le innovazioni di processo e di prodotto;

  • stimolare nuove forme di attività economiche legate alla valorizzazione del patrimonio storico culturale e delle tradizioni dell’area.


2. OBIETTIVO DELLA MISURA

Gli obiettivi generali di riferimento della misura 1.2 del PSL “ Innovazione e qualificazione del sistema produttivo” tendono a migliorare la competitività delle imprese locali (agricole, turistiche, agrituristiche, artigiane) attraverso la valorizzazione delle risorse produttive, ambientali e storico culturali, introdurre sistemi di qualità, sviluppare sistemi commerciali.


La misura intende favorire la qualificazione del sistema produttivo dell’area e la sua integrazione con il patrimonio delle risorse storico-culturali, attraverso il sostegno alle imprese di settori con specifica vocazione alla valorizzazione delle peculiarità storico-culturali del territorio.

Gli obiettivi specifici della misura, in relazione al presente intervento, che si intendono perseguire sono:



  • Stimolare nuove forme di attività economiche legate alla valorizzazione del patrimonio storico culturale e delle tradizioni dell’area.

  • Favorire lo sviluppo, l’aumento di competitività e di produttività, di iniziative imprenditoriali nei settori delle produzioni tipiche, artigianato locale, turismo rurale.

  • Porre in essere azioni per lo sviluppo di sistemi di sostenibilità ambientale.

  • Sostenere le innovazioni di processo/prodotto.

Gli obiettivi operativi della misura prevedono di qualificare il sistema produttivo locale in termini di integrazione con il patrimonio storico – culturale e lo sviluppo di servizi di supporto alle aziende coinvolte in processi di integrazione con le risorse locali.




3. AREA DI APPLICAZIONE

L’intervento deve essere localizzato e realizzato all’interno del Territorio dell’area Leader Plus della Provincia di Crotone.


Ai fini del soddisfacimento del requisito della localizzazione, l’investimento in oggetto deve essere realizzato presso la sede legale od operativa ovvero presso un’unità locale del soggetto beneficiario così come individuato dal punto. 4 del presente bando o presso un immobile o un fondo in possesso del beneficiario stesso, siti all’interno della suindicata area territoriale.
La ricorrenza del requisito della ubicazione dell’investimento deve essere dichiarata dal soggetto richiedente mediante la compilazione del modello “A” di domanda di partecipazione allegata al presente bando avente valore di dichiarazione sostitutiva ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR n. 445 del 28/12/2000 e successive modificazioni.

In sede di verifica, da parte del GAL, ai fini della liquidazione della prima tranche di contributo, la ricorrenza dei requisiti in oggetto relativi alla ubicazione verrà accertata mediante la produzione, da parte del soggetto richiedente, della seguente documentazione da allegare alla propria richiesta di liquidazione: (a titolo esemplificativo, fatta salva altra documentazione a seconda delle tipologia d’intervento): certificati catastali di proprietà, atti di compravendita, titolo di usufrutto (nel caso di persona giuridica beneficiaria di usufrutto, nell’autodichiarazione allegata alla domanda andrà ricompresa anche la data d’inizio del beneficio (II comma art. 979 c.c.), regolare contratto di affitto scritto o verbale registrato, ecc.

Nel caso di proprietà indivisa, la disponibilità del bene oggetto dell’intervento da parte del richiedente, deve essere comprovata, al momento della presentazione della domanda, dall’autorizzazione all’investimento da parte degli altri comproprietari, mediante l’apposito modello (E) allegato al presente bando.

4. SOGGETTI BENEFICIARI E LORO REQUISITI:

I beneficiari del presente intervento sono:



Aziende agricole e/o di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli .

con priorità per i giovani di età inferiore ai 40 anni e per le donne.
Alla data della presentazione della domanda, così come al momento di ogni atto di liquidazione del contributo, il richiedente non deve trovarsi in una delle cause ostative di cui all’art. 11 D.Lgs 358/92 e all’art. 12 del D.Lgs n. 157/95, così come sostituito dall’art. 10 D.Lgs n. 65/00.
Inoltre il richiedente non deve avere in atto procedimenti o provvedimenti per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui alla legge 19/3/1990 n. 55 e successive modificazioni ed integrazioni sia per la ditta che per gli amministratori, ed altresì deve applicare nei riguardi dei propri lavoratori dipendenti la disciplina normativa e le condizioni retributive previste dalla legge e dai contratti collettivi nazionali.
Ai fini di quanto sopra, il soggetto richiedente dovrà produrre, all’atto della presentazione della domanda di finanziamento, un’autocertificazione mediante il modello “A” di domanda di partecipazione allegato al presente bando.
Per effetto dell’ammissione a contributo, in occasione di ogni richiesta di liquidazione del contributo, il beneficiario dovrà produrre un’autocertificazione dello stato di vigenza, nonché circa la insussistenza delle cause di cui all’art. 11 D.Lgs 358/92 e all’art. 12 del D.Lgs n. 157/95, così come sostituito dall’art. 10 D.Lgs n. 65/00, il cui modello sarà disponibile al momento della stipula della convenzione.

5. TIPOLOGIA DI INTERVENTO AMMISSIBILI

Gli aiuti da riconoscere riguarderanno interventi che prevedono investimenti diretti all’introduzione di innovazione tecnologica ed al miglioramento dei processi produttivi, che favoriscano la competitività ed il potenziamento delle imprese.


In generale gli aiuti si riferiscono ad investimenti relativi all’adeguamento dei locali, degli impianti, dei processi produttivi ed all’acquisizione di servizi.
Le spese considerate ammissibili in relazione al presente bando, specificatamente saranno:
per le imprese agricole - MICROFILIERE:

  • Introduzione di tecnologie innovative di processo e di prodotto;

  • Adeguamento tecnologico e strutturale;

  • Acquisto di attrezzature;

  • Recupero di strutture per la vendita in azienda dei prodotti agricoli aziendali;



Per le imprese di trasformazione e commercializzazione :

  • Introduzione di tecnologie innovative di processo e di prodotto;

  • Adeguamento tecnologico e strutturale;

  • Ammodernamento degli impianti;

  • Acquisto di attrezzature;

  • Recupero di strutture per la vendita in azienda dei prodotti agricoli aziendali;


6. FINALITA’ DELL’INTERVENTO:

L’intervento tende a sostenere le impresa agricole e quelle di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli tipici, attraverso investimenti che consentano di rafforzare le caratteristiche strutturali e qualitative delle aziende.


Il Leader+ per sua natura, non può e non deve pianificare interventi generalizzati sul territorio, quanto sperimentare soluzioni innovative e dimostrative valide anche in contesti e situazioni analoghe.
L’interazione tra gli operatori economici di una determinata area è un fattore imprescindibile per favorire una cooperazione finalizzata al potenziamento delle filiere produttive locali operanti nei diversi settori economici, per renderle capaci, di valorizzare al meglio le peculiarità che il territorio propone.


7. CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’ AL SOSTEGNO.

Costituisce condizione di ammissibilità alla concessione degli aiuti l’adesione del richiedente al “progetto di sistema produttivo locale” basato su forme di coordinamento orizzontali e/o verticali tra i beneficiari di tutti gli interventi della misura 1.2.


I destinatari del presente intervento allo scopo si impegnano, alla successiva sottoscrizione di un protocollo di intesa, mediante apposita dichiarazione, che dopo la selezione dei beneficiari di tutti gli interventi della misura 1.2, sarà stipulato e sottoscritto tra questi ultimi, per concordare e definire le forme di coordinamento orizzontali e/o verticali e gli impegni che si intendono assumere nell’ambito del progetto di sistema.
Il Gal, quindi, avrà cura di coordinare tutte le azioni per giungere alla definizione del progetto di sistema produttivo locale previsto dal paragrafo II descrizione misura 1.2 del PLS.


  1   2   3   4


Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©kagiz.org 2016
rəhbərliyinə müraciət